Tutti i segreti della Rainbow Cake perfetta

Da quando il tema “unicorno” è diventato massivamente trendy in tutto il mondo, anche la Rainbow Cake, ad esso frequentemente associata, è richiestissima e viene spesso preparata in casa.

In effetti, quello dell’arcobaleno è un simbolo anche piuttosto universale che viene introdotto in contesti che parlano di pace o di uguaglianza, ritrovandosi anche come sfondo, ad esempio, delle campagne del movimento LGBT.

Proprio per questo motivo, questo dolce così colorato e allegro non è adoperato per festeggiare solo i più piccoli, ma anche gli adulti, facendo un figurone ad ogni fetta.

La costituzione di questa torta, infatti, è molto particolare, perché dall’esterno appare completamente uniforme (con glassa, frosting alla panna o naked, cioè senza farcitura) mentre, ad ogni fetta, si tinge di tanti colori quanti sono i suoi ripiani, creando, appunto, un arcobaleno che colora la festa di piatto in piatto.

Ma quali sono i segreti per preparare la Rainbow Cake perfetta?

Qualche consiglio per la preparazione

La rete è ricca di ricette e tutorial per preparare una torta arcobaleno, ma ci sono alcuni trucchi che possono tornare utili sia in termini di semplicità che… di calorie!

Partiamo dalla base: trattandosi di un dolce che prevede perlomeno 5 strati (per creare l’effetto scenico del colore), necessita di una base spugnosa che lo sostenga; si può optare per il tipo “sponge” al burro o, che è un po’ meno eccessivo in calorie, per indirizzare il contenuto all’interno di una struttura alla panna (di solito definita come Molly Cake).

Per quanto riguarda gli strati, ognuno dovrà contenere un colore diverso, ottenuto attraverso colorati alimentari che possono essere dosati o anche miscelati tra loro per raggiungere sfumature diverse. Per questo motivo, l’impasto va diviso in parti uguali (tante quanti saranno gli strati previsti) ed infornati uno per uno: è la parte più laboriosa, in termini di tempo, dell’intera preparazione.

Per la farcitura, se la struttura della torta è una Molly Cake, meglio evitare altra panna (con il frosting) ed optare per una gustosissima crema al formaggio (con mascarpone) o al limone.

Infine, ci si può sbizzarrire con le decorazioni. Attraverso una spatola o un pennello si può uniformare la parte esterna della torta (a meno che non sia una variante naked, come anticipato) e chiudere in bellezza con zuccherini, glasse, gocce di cioccolato e tutto ciò che stuzzica la vostra fantasia… ed il vostro palato!

Una Rainbow Cake è così bella da vedere che riesce a catalizzare l’attenzione di tutti gli invitati, che spesso si lasciano conquistare totalmente, al punto da scattare foto appositamente per condividerle sui social: il successo dei colori arcobaleno, insomma, è sempre assicurato.

Potrebbe interessarti