Halloween, tra leggenda e antiche tradizioni

Halloween rappresenta una ricorrenza  che viene celebrata in tutto il mondo la sera del 31 Ottobre.

Dolcetto o scherzetto, zucca di Halloween e costumi da brivido sono alcune delle migliori tradizioni di Halloween; ma scopriamo insieme quali sono le altre celebri tradizioni legate a questa festività!

La storia di Jack- o’Lantern

L’usanza di Halloween è legata alla famosa leggenda dell’irlandese Jack, un fabbro astuto, avaro e ubriacone, che una sera al pub incontrò il diavolo. A causa del suo stato d’ebbrezza, la sua anima era quasi nelle mani del demonio, ma astutamente, Jack gli chiese di trasformarsi in una moneta promettendogli la sua anima in cambio di un’ultima bevuta.

Mise poi rapidamente il diavolo nel suo borsello, accanto a una croce d’argento, cosicché egli non potesse ritrasformarsi. Per farsi liberare il diavolo gli promise che non si sarebbe preso la sua anima nei successivi dieci anni e Jack lo lasciò andare.

Dieci anni più tardi, il diavolo si presentò nuovamente e questa volta Jack gli chiese di raccogliere una mela da un albero prima di prendersi la sua anima; per impedire che il diavolo discendesse dal ramo, Jack incise furbamente, una croce sul tronco.

Dopo una lunga lite finalmente i due giunsero ad un compromesso: in cambio della libertà, il diavolo avrebbe dovuto risparmiare la dannazione eterna a Jack, quest’ultimo tuttavia durante la propria vita commise così tanti peccati che, quando morì, fu rifiutato dal Paradiso e presentatosi all’Inferno, venne scacciato dal diavolo che gli ricordò il patto, ben felice di lasciarlo errare come anima tormentata.

All’osservazione che era freddo e buio, il diavolo gli tirò un tizzone ardente, che Jack posizionò all’interno di una rapa che aveva con sé; da quel momento iniziò a vagare senza tregua alla ricerca di un luogo in cui riposarsi.

Fu così che da allora, Jack venne rappresentato con una zucca su cui viene intagliata una faccia.

Dolcetto o scherzetto? L’origine pagana

C’è un dibattito diffuso sulle origini della tradizione più famosa legata al “dolcetto o scherzetto”; secondo la teoria più diffusa durante la notte del 31 ottobre, le persone celtiche lascerebbero fuori del cibo per placare le anime, i fantasmi e gli spiriti che giungono durante la notte.

I classici colori arancione e nero

I classici colori di Halloween possono anche far risalire le loro origini al festival celtico Samhain. Il nero rappresentava la “morte” dell’estate mentre l’arancione è emblematico della stagione del raccolto autunnale.

Queste tonalità sono rimaste tutt’oggi a simboleggiare la festa di Halloween e potete ritrovarle all’interno del nostro coordinato Halloween, arricchito da piatti,bicchieri e tanti simpatici festoni per curare l’allestimento di una festa a tema Halloween davvero speciale!

 

 

 

Potrebbe interessarti