Consigli per diventare un Cake Designer

La torta è il tema centrale attorno al quale ruotano tutti gli altri elementi di ogni festa: rappresenta il momento degli auguri, del soffio delle candeline, lo sfondo per le fotografie che verranno conservate o condivise sui social e il perno a cui si agganceranno gli ultimi istanti di una giornata speciale.

Per questo, occuparsi della decorazione dei dolci e, in particolare, di quelle per la torta, è diventato un vero e proprio lavoro.

Diventare Cake Designer, però, non è uno step così immediato come si potrebbe pensare: necessita, infatti, non solo di passione e gusto artistico, ma anche di strumenti specifici e competenze culinarie che sono fondamentali per mettersi in gioco al 100%.

Strumentazione

Chi ha intenzione di fare del decoro-dolci il lavoro della vita ha tanta strada dinanzi e, soprattutto, tanti strumenti di cui munirsi: ogni piccolo, apparentemente insignificante, oggetto può, infatti, assolvere ad un compito diverso, rendendo la realizzazione non solo più precisa ma anche più veloce.

Un buon kit di base con cui partire, però, deve contenere almeno:

  • stampi torta;
  • formine;
  • un buon set di coltelli, comprendente anche quelli “piatti”, utili per spalmare creme, formaggi freschi e burro, per intenderci;
  • spugnette e pennelli per distribuire gli ingredienti ravvivati dai coloranti alimentari;
  • spatole e mattarello.

Pasta da modellare

Per moltissime ricette l’ingrediente di base è costituito da panetti di pasta da modellare (di mandorle, di zucchero etc), per cui è importante averne sempre a disposizione: si può scegliere di acquistarla già pronta oppure, disponendo di un robot da cucina o, perlomeno, di una impastatrice, si può pensare ad una preparazione homemade; in quest’ultimo caso, ovviamente, si sarà più sicuri degli ingredienti utilizzati e si potrà proporre ai propri clienti qualcosa di sicuramente più genuino.

Corsi e formazione

Infine, vale la pena citare la questione formazione.

Come in tutte le professioni, dedicare del tempo a seminari, corsi, persino video-lezioni tutorial può davvero fare la differenza per imparare trucchetti e “scorciatoie”, ma anche per utilizzare determinati strumenti o tecniche di decoro.

Per questo motivo, il consiglio è di restare sempre aggiornati su eventi in tema, magari organizzati da qualche bottega della propria città, o su corsi online, gratuiti o a pagamento, che si propongano di affinare la vostra innata arte del food decor: non ve ne pentirete! In qualche caso potrete guadagnare anche dei preziosi attestati da esibire nella vostra cucina o da sfoggiare sui social e sul vostro profilo LinkedIn: aiuterà a garantire affidabilità, professionalità e credibilità al vostro lavoro.

Potrebbe interessarti