Come si diventa un Party Planner?

Siamo abituati a pensare al Wedding Planner come ad una figura professionale capace di incastrare tutte le esigenze del rito celebrativo per eccellenza, tra invitati, Tableau de Mariage, Cake Design, decori per chiesa e location e infinite altre mansioni.

Esiste, però, un aspetto più generale di questo mestiere, che è quello del Party Planner, che si occupa di organizzare eventi e feste di qualunque altra matrice, dai compleanni alle comunioni, passando per feste di 18 anni, feste di laurea ed eventi aziendali. Insomma, un organizzatore a cui riferirsi in qualunque tipo di scenario da gestire.

Le mansioni di un Party Planner

Ultimamente il trend generale è quello delle feste a tema; in genere, il party planner viene contattato proprio per “confezionare” l’evento perfetto, personalizzato in base ai desideri del richiedente.

La prima fase è quella della ricerca (di materiali, idee, decori), che può avvenire sia fisicamente, girando per vetrine e negozi, sia consultando siti di e-commerce dedicati. Si tratta, probabilmente, della parte più lunga del cammino, perchè servirà a raccogliere ciò che, poi, diventerà parte integrante della location e della celebrazione stessa.

Tutto ciò che avviene dopo riguarda gli aspetti più pratici in assoluto: scelta e organizzazione della location e degli allestimenti, sistemazione del buffet, opzionare (o meno) l’intrattenimento, insomma, curare in ogni singolo dettaglio tutto ciò che fa parte della festa, gestendo anche eventuali richieste o imprevisti subentrati successivamente; in questo modo, i richiedenti avranno la mente più libera e sgombra per poter pensare ad altro.

Ma questo non è l’unico motivo per cui, in genere, vengono ingaggiati i party planner.

In effetti, sono in tantissimi a peccare di fantasia o a non avere tempo da dedicare a questi preparativi, contemporaneamente, però, volendo realizzare qualcosa di unico e indimenticabile.

Corsi e skills

Quella del Party Planner è divenuta, nel tempo, una vera e propria professione, proprio come quella di Wedding Planner, di animatore o di entertainer. Per questo motivo, sono nate diverse tipologie di corsi, disponibili nel nostro Paese in moltissime città, in grado di fornire non solo spunti teorici ma anche di far “allenare” con esercizi pratici (una su tutte? La stesura di un preventivo per un cliente!), fornendo, tra l’altro, un attestato di partecipazione, fondamentale per cominciare a collezionare i primi riconoscimenti da esibire in ufficio, sul proprio portale internet o ai (potenziali) clienti. È uno step fondamentale, insomma, non solo per se stessi, ma anche per acquisire credibilità!

Naturalmente, per quanto possa essere intrigante intraprendere un cammino del genere, è fondamentale innanzitutto capire se se ne hanno i requisiti di base: capacità organizzative, creatività, precisione, manualità, ottima predisposizione alle pubbliche relazioni, un buon livello di problem solving e, soprattutto, un’energica resistenza fisica che consenta di non piombare in un pericoloso stato di catatonica stanchezza troppo presto; potrebbe, infatti, risultare fatale ai fini dell’evento!

Potrebbe interessarti