Come organizzare una festa a tema Unicorno

Unicorns are real” è la frase-tormentone che vediamo stampata su gadget e outfit e persino disegnata sui muri delle nostre strade; il relativo hashtag, sui social, corrisponde a milioni di risultati: quello degli unicorni è un trend che non accenna a stancare e che, ogni estate, si ripropone più forte in tutti i campi, riuscendo a contaminare tutti gli stili, da quelli più glamour e chic a quelli underground.

Origine di una mania

Sembra che tutto sia cominciato nel lontano 2010, quando la Universal Pictures ha lanciato nei cinema “Cattivissimo Me“, un successo che è scoppiato immediatamente in tutti gli angoli del pianeta e che si è riassunto in una sola, tenerissima scena: quella in cui la piccola Agnes conquista il peluche a forma di unicorno al luna park, esordendo con un “Ma è morbidoso da morire!“.

Naturalmente il mito dei magici cavalli alati affonda in tempi storici molto più antichi, ma sembra che questa mania abbia, quindi, una matrice piuttosto moderna.

Da lì, infatti, il passo è stato breve: le modelle delle grande case di moda hanno cominciato a sfilare con abiti ispirati a queste coloratissime sagome, finché anche Nicole Kidman si è lasciata fotografare agli Academy of Country Music Awards indossandone proprio uno, nel 2016, lanciando definitivamente quello che sarebbe stato il tormentone delle estati a seguire.

Una festa a tema unicorno

Con queste premesse, va da sé che organizzare una festa a tema unicorno significa mettere in piedi un evento di sicuro successo, che si tratti di baby party o, piuttosto, di occasioni popolate di adulti e ragazzi.

Ecco, quindi, qualche idea per realizzare l’evento perfetto.

La prima cosa da considerare, in linea generale, sono i colori: le rappresentazioni degli unicorni sono molto “girly“, presentandosi cariche di glitter, tonalità iridescenti ma anche di sfumature pastello che attraversano tutti i colori dell’arcobaleno. D’altro canto, non è un caso che la torta simbolo di questo tipo di feste sia la rainbow cake!

Sì, quindi, ad addobbi e decori in rosa, celeste, giallo e verde, a brillantini e luccichii sfrenati, no a colorazioni troppo vivaci e d’impatto, prediligendo toni decisamente soft e delicati. Tutto questo può comprendere palloncini, festoni, sagome in polistirolo e tantissimo altro.

Per quanto riguarda la tavola o il buffet, si può optare per un coordinato in tema che comprenda tutti gli elementi monouso fondamentali (piatti, bicchieri, tovaglia, tovagliolini), facilmente abbinabile con altri oggetti (flute, posate, segnaposto) che si intonino con gli stessi colori; per i più piccoli si può anche pensare a degli inviti sullo stesso stile, mentre gli adulti possono sbizzarrirsi a scattare foto da condividere sui social utilizzando dei simpaticissimi photo booth decorati.

E per quanto riguarda il cibo?

Ogni festa in tema unicorno che si rispetti, come anticipato, termina con una meravigliosa rainbow cake, capace di stupire gli invitati ad ogni fetta; ma in tavola saranno tante le portate o gli stuzzichini da poter progettare per l’occasione, partendo da cupcake in tanti gusti diversi e finendo a biscotti, marshmallow, coppette o coni gelato, per il dolce, e orientandosi su finger food e tartine sfiziose per il salato.

Insomma, quando l’unicorno è il protagonista della festa, far lavorare la fantasia diventa ancora più facile!

Potrebbe interessarti