Big Party incontra Casa Gourmet: il finger food è servito!

Negli ultimi anni, complice anche il ruolo che internet ha assunto nelle nostre vite, il fenomeno degli chef a domicilio si è instaurato in maniera stabile all’interno del quotidiano di tantissime famiglie, vivendo un boom sicuramente incrementato anche dalla bravura di moltissimi professionisti, pronti a mettersi a disposizione per realizzare i desideri più disparati di grandi e piccini.

In questo modo, infatti, è possibile personalizzare qualunque evento, party, cena, accontentando i gusti e le esigenze di tutti, tra cucina vegana, proposte gluten free e buffet originali o gourmet.

Ma non si deve pensare che sia un trend del tutto moderno: come spesso accade, anzi, si tratta della naturale evoluzione di qualcosa che accadeva già in passato, quando le famiglie nobili o benestanti si concedevano il lusso di reperire i cuochi più importanti e richiesti del tempo per stupire ospiti d’eccezione durante fastose ed eleganti cene o celebrazioni.

Il ruolo del finger food

Il concetto del cibo proposto in varianti monoporzione si addice perfettamente a questo tipo di tendenza, poiché è possibile realizzare diverse tipologie di preparazioni accomunate dallo stesso concetto di base: basti pensare ai cupcake, ai muffin, ai vol-au-vent salati, ai mini tranci di pizza o alla fritturina a piccoli pezzi che rientra alla perfezione nella categoria. È la scelta che permette di sbizzarrirsi con gli abbinamenti degli ingredienti, senza rinunciare a genuinità, gusto ed estetica, consentendo tanti assaggi diversi senza necessariamente strafare o lasciare qualcuno a digiuno.

L’asserto di base che il finger food deve rispettare è di essere servito in modo da poter essere mangiato con le mani, riprendendo la cultura culinaria orientale e africana in cui molti cibi sono serviti arrotolati in foglie o in grandi piatti dove è possibile creare con le dita “bocconcini personalizzati” combinando le diverse pietanze presenti.

Oggi, in particolare, gli chef sono in grado di realizzare interi buffet a prova d’acquolina in bocca, con proposte monoporzione forgiate in ingredienti ricercati e impiattamenti impeccabili, dove colori, tagli ed estetica diventano parte integrante di ogni ricetta: ecco perché Big Party ha scelto Casa Gourmet per presentare alcuni dei suoi prodotti!

Lo shooting

Come ogni pietanza, anche il finger food necessita di stoviglie ed accessori ad hoc: le salsine, ad esempio, vanno abbinate alle portate sistemandole in piccole ciotoline singole, in modo che non entrino a contatto diretto con i cibi, mentre i cupcake si adagiano nei pirottini colorati (in carta o ceramica) e le insalatine in comode scodelle maneggevoli. L’impiattamento, in questo caso, richiede competenza e accuratezza, poiché vanno combinati insieme elementi molto piccoli e sfuggenti: ecco perché abbiamo scelto di presentare i nostri set attraverso l’esperienza di un professionista del settore, forgiandoli in materiale completamente trasparente, restituendo all’esterno un’immagine pulita ed esteticamente impeccabile del contenuto di ogni proposta food.

La collaborazione con Casa Gourmet, giovane progetto legato allo chef napoletano a domicilio Andrea Crembiale, ha reso possibile tutto questo: il cibo e i prodotti Big Party si sono uniti per uno shooting colorato e tutta salute, protagonisti di un’esperienza food a 360 gradi fatta di passione, professionalità… ma soprattutto gusto!

Curiosi di saperne di più?
Trovate i nostri set finger food, presentati attraverso succulente proposte gourmet, nel nuovo catalogo Big Party!

Potrebbe interessarti